Tutti i benefici della ceretta brasiliana, perfetta e indolore!

I suggerimenti di Giovanna Celeschi

giovanna-celeschi.jpg

Giovanna Celeschi

Diciamocelo: noi donne abbiamo un appuntamento periodico che bene o male ci spaventa sempre. Certo, un'estetista può essere più o meno brava, ma quando arriva il momento della ceretta corre sempre un brivido lungo la schiena.

Alcune di noi sono corse ai ripari con altri metodi, alcuni più efficaci ed altri un po' meno, ad esempio la luce pulsata (che però ha un costo non indifferente) o la crema depilatoria (sicuramente meno performante).

Da qualche tempo a questa parte però c'è un metodo nuovo e alternativo che si propone essere molto più delicato ma altrettanto efficace per la rimozione dei peli: la ceretta brasiliana.

Vediamo quindi nel dettaglio di cosa si tratta e le principali differenze rispetto alla ceretta tradizionale.

Caratteristiche della ceretta brasiliana

Il primo aspetto che caratterizza la ceretta brasiliana è la composizione della cera; essendo mescolata con resine vegetali possiede un punto di fusione molto più basso.

In questo modo si elimina l'iniziale fastidio in fase di applicazione del composto, e la temperatura contenuta non va ad irritare la pelle.

Grazie alla composizione chimica della cera inoltre, non è necessario usare delle strisce di carta o di stoffa. Può venire applicata su tutta la superficie interessata, anche se molto estesa (come ad esempio l'intera gamba), si lascia poi asciugare per alcuni minuti e viene quindi rimossa con le mani in un unico "strappo" pratico e veloce.

Ho scritto strappo tra virgolette perché non avviene nulla di cosi traumatico e doloroso come accade per quella tradizionale: grazie anche all'azione rilassante del composto, i pori della pelle vengono dilatati e il pelo non subisce traumi né si strappa.

Viene piuttosto estratto quasi come un peeling, senza provocare irritazioni a pelle e follicolo. Non c'è nemmeno bisogno di procedere in senso contrario alla crescita del pelo: la rimozione può avvenire in qualsiasi direzione.

cera-brasiliana.jpg

Un'altra importante caratteristica è la durata: il trattamento lascia la pelle morbida, liscia e setosa fino a sei settimane, a seconda sempre dei tempi di ricrescita della persona. In ogni caso, per le prime volte può essere ripetuto anche con una certa frequenza, data la capacità di rimozione di peli molto corti (1-2mm).

Alcuni suggerimenti per il trattamento

Ci sono giusto un paio di considerazioni aggiuntive per rendere la vostra esperienza davvero perfetta. Innanzitutto, prima dell'applicazione della cera, è opportuno detergere bene l'area interessata, rimuovendo tutti gli eventuali residui di creme o deodoranti.

gambe-in-acqua.jpg

Certo, il composto agisce anch'esso da detergente per la pelle, ma eventuali residui possono risultare fastidiosi se entrano subito in contatto con la parte lasciata libera dal pelo.

Anche dopo il trattamento sarebbe meglio aspettare qualche ora prima di applicare qualche prodotto, preferendo biancheria non troppo aderente e sempre in cotone per ridurre ulteriormente il rischio di irritazione, specialmente per chi ha la pelle sensibile.

In ogni caso, a differenza della ceretta tradizionale, con quella brasiliana non è necessario restare per delle giornate a riparo dal sole: è possibile infatti esporre la propria pelle solo dopo qualche ora.

In sintesi, i vantaggi che offre questa soluzione sono molteplici, riducendo notevolmente i disagi che possono derivare da questo trattamento.

Nei nostri centri Êtrebel di Lugano e Cadorago è possibile provare in prima persona la differenza tra queste due tipologie di cerette, ma se ancora sei titubante in proposito non esitare a chiederci maggiori informazioni. Saremmo ben felici di risponderti!