Come prevenire e combattere le macchie solari sulla pelle

I suggerimenti di Giovanna Celeschi

giovanna-celeschi.jpg

Giovanna Celeschi

Estate: tempo di sole, vacanze e di lunghe giornate passate all’aperto. Quale periodo migliore per pensare all’abbronzatura e prendere un po’ di tintarella? Come tutte le cose però, bisogna stare attenti a non esagerare: l’esposizione prolungata ai raggi UV infatti potrebbe portare qualche disagio alla propria pelle, come ad esempio eritemi, scottature, melanomi o macchie solari.

È proprio su queste ultime che ci vogliamo concentrare con il nostro articolo di oggi, analizzando i diversi tipi di questo fenomeno che prende il nome di iperpigmentazione.

lentiggini-sole.jpeg

I danni causati dal sole

Quello che molti non sanno è che l’abbronzatura avviene perché il nostro corpo cerca di difendersi dai raggi ultravioletti, che fanno parte di quel 7% di radiazioni che raggiungono il suolo, mentre il restante viene assorbito dall'atmosfera.

La pelle reagisce ai raggi UV producendo melanina, un pigmento naturale che si comporta da filtro, assorbendo i raggi e trasformandoli in calore.

Nel lungo periodo, l’eccessiva esposizione può provocare danni non indifferenti come l’invecchiamento della pelle, le rughe profonde, la pelle secca e ruvida, le macchie solari e, nei casi peggiori, i tumori.

Ecco perché è bene proteggersi dai raggi, non soltanto quando andiamo al mare, ma l’ideale sarebbe mettersi la giusta crema solare tutti i giorni, nel periodo che va da Marzo a Settembre, la mattina e il primo pomeriggio.

Questo perché non è soltanto la tintarella che provoca danni alla pelle: la ragione per cui compaiono le macchie sulla pelle o altri tipi di problemi è proprio la luce, capace anche di causare danni permanenti.

macchie-pelle.jpeg

L’iperpigmentazione: le caratteristiche principali

L’iperpigmentazione cutanea, comunemente identificata con le macchie scure che si formano sul viso, è un’alterazione cromatica della pelle, che può derivare da diverse cause e, in alcuni casi, essere conseguenza di una multifattorialità sovrapposta di concause scatenanti.

Il punto di partenza per capire come proteggersi al meglio è identificare il proprio fototipo, cioè la classificazione delle varie tonalità del colore della pelle. Ci sono sei gradazioni diverse, dalla pelle estremamente chiara e sensibile alla pelle nera.

Per quanto riguarda l’iperpigmentazione invece, ce ne sono di sei tipi diversi:

  • le lentiggini, scientificamente conosciute come “lentigo” sono piccole macchie che compaiono sul viso delle persone appartenenti alla categoria dei primi fototipi. Proprio a causa della loro particolare genetica e della loro pelle estremamente delicata, il meccanismo della melanina va in iperattività e ne comporta la comparsa.

  • Lentigo senili: a differenza delle lentiggini, le lentigo senili tendono ad essere più grandi ed irregolari ed esordiscono in età adulta o matura. Compaiono soprattutto sul petto, le spalle, i bicipiti e le mani, ma a volte, anche in viso.

  • Macchie scure da teleangectasie: si formano in sovrapposizione a gruppi di capillari danneggiati ed esordiscono come una ragnatela rossastra o violacea. Col tempo possono scurirsi ulteriormente, formando una vera e propria macchia, anche di grandi dimensioni.

  • Cheratosi: ne esistono di due tipi, la più comune è quella solare e la seconda è detta cicatriziale. Le cheratosi solari si formano in seguito a bruciature solari. Quando ci si scotta in maniera grave la pelle si squama e, per rigenerarsi, forma uno strato duro e ruvido che prende una colorazione più scura rispetto al resto della pelle. Le cheratosi cicatriziali invece sono addensamenti epidermidici spessi e scuri che si sovrappongono ad una cicatrice.

  • Melasma: vengono raggruppate sotto questo nome tutte le macchie scure che hanno come causa comune un fattore organico abbinato all’esposizione solare. Il melasma, nella maggior parte dei casi, dipende da una condizione ormonale: l’assunzione della pillola anticoncezionale, la gravidanza o la menopausa possono alterare i meccanismi di produzione della melanina.

  • Cloasma gravidico: è chiamato anche “maschera della gravidanza” ed è un’iperpigmentazione che interessa la zona T del viso, le areole, i capezzoli e la linea che va dall’ombelico al pube. Durante la gravidanza moltissime donne possono notare un inscurimento di queste zone, anche senza nessuna esposizione solare. Ciò è determinato dalle alterazioni ormonali a livello ipofisario e surrenale, nelle quali è coinvolta anche la melanina
macchie-solari-pelle.jpeg

I rimedi più efficaci

Fortunatamente, esistono dei rimedi molto efficaci per riuscire a prevenire questo tipo di fenomeno. Innanzitutto bisogna partire appunto dal proprio fototipo per scegliere la protezione più adatta: più la pelle risulta sensibile ai raggi solari più alta sarà la protezione della crema solare.

Quest’ultima inoltre deve essere applicata almeno una mezz’ora prima dell’esposizione alla luce, in maniera che l’effetto protettivo sia già attivo quando serve.

Non fidatevi troppo delle creme che dicono di resistere all’acqua: dopo ogni bagno, è meglio risciacquare accuratamente la pelle e tornare ad applicare nuovamente il prodotto, anche se si resta sotto l’ombrellone; data la forte luminosità presente solitamente in estate, potrebbe non essere sufficiente per proteggersi dai raggi UV.

Per coloro che già soffrono di iperpigmentazione è opportuno effettuare un esfoliante qualche giorno prima delle vacanze, avendo cura di utilizzare poi una protezione molto alta per uniformare la propria abbronzatura.

Naturalmente, raccomandiamo l’uso di prodotti specifici e certificati! Molto spesso, le creme che si possono trovare nei supermercati non sono adatte perché, oltre a contenere prodotti chimici nocivi che rischiano di incidere negativamente sul nostro organismo, potrebbero non fornire un’adeguata protezione dai raggi ultravioletti che danneggiano pesantemente le nostre cellule.

Se non sei sicuro sulla qualità e affidabilità di un prodotto, rivolgiti ad un professionista! In questi casi, è meglio andare sempre sul sicuro. Se vuoi maggiori informazioni sui giusti prodotti per la tua pelle, contattaci o vieni a trovarci nei nostri centri di Lugano e Cadorago.

sole-pelle-macchie.jpeg